index,follow
Nabu - International Literary & Film Agency > Dettagli del libro cercato

Non ci sono pesci rossi nelle pozzanghere
Marco Truzzi

Ed.

Instar Libri



Il mondo di Damian è diviso in due: zingari e non zingari, romanè e gagi, dentro e fuori del campo alle porte di Correggio dove ormai da anni è stanziata la sua comunità. C'è Gioele che alleva pesci immaginari nelle pozzanghere, c'è nonno Roman che armeggia con la pipa e, tra un silenzio e l'altro, gli racconta di tempi remoti e luoghi lontani. Quando, un mattino di marzo, Damian si incammina verso il suo primo giorno di scuola, il confine tra le due realtà comincia a incrinarsi; e ci si mette anche la fortuna - la mitica fortuna zingara - che fa sì che due pubblicitari di passaggio scelgano proprio il padre di Damian, Erik, come protagonista della campagna promozionale di una nota marca di trapani elettrici, rendendolo lo zingaro più benestante della zona...

Crescere, uscire dal campo e passare sempre più tempo tra i gagi, complici la scuola e il rapporto con la coetanea Elisa, si trasformano in una fuga dalle radici e nella ricerca di una nuova identità, per poi scoprire, a proprie spese, che voler essere altro da ciò che si è rappresenta una scommessa perdente in partenza.

È questo il valore dei fogli ingialliti del diario che Roman lascia in eredità al nipote. Perché la memoria è qualcosa da custodire tenacemente dentro di sé: è il peso della nostra storia, e si potrà solamente raccontare.

 

 

"È così che nascono i nostri racconti e i nostri eroi senza riconoscimento: non siamo gente senza memoria. Siamo gente senza terra, questo sì. Siamo zingari. Tutto quello che abbiamo ce lo dobbiamo portare addosso, come i vestiti, e il peso del baule della nostra storia, del nostro esserci stati, è affidato a noi, e a nessun altro."



Marco Truzzi è nato nel 1975 a Correggio, dove vive, lavora come addetto stampa e fa anche altre cose.

Dopo un bootleg editoriale apparso qualche anno fa, questo è il suo primo romanzo.

Il blog dell'autore: www.marcotruzzi.it/blog

 

Torna